FANDOM


1814: Il congresso di Vienna; l'Austria ottiene Lombardia, Romagna e Toscana. La Francia viene "accerchiata" da staterelli, l'unico vantaggio è la conquista di Savoia (regione) e Val d'Aosta, in cambio della Corsica. Lo Stato della Chiesa ottiene gli Abruzzi. Il Regno delle due Sicilie rimane ai Borboni.

1815: alla Santa Alleanza si uniscono Francia e incredibilmente l'Impero Ottomano, diventato cristiano (ortodosso) dopo un'insurrezione generale dei popoli Balcanici.

1818: la Carboneria viene scoperta e severamente vietata, inizia il periodo detto del "Contadino zitto" (il popolo senza più ideali si lascia sottomettere). Garibaldi, ancora giovanissimo, muore in una rivolta popolare.

1820: la Spagna cade sotto il peso delle rivolte e fonda una repubblica insieme al Portogallo anch'esso decaduto. Il Regno delle due Sicilie cade in crisi a causa di un sistema di tassazione obsoleto e diventa parte dell'Impero Ottomano, diventato l'Impero Mediterraneo.

1821: nella penisola Iberica torna la monarchia; il Sud-America si unisce nella Grande Colombia, creata senza grandi sforzi grazie alle tensioni nelle colonie dovute al ritorno al trono della poco aperta monarchia iberica.

1824: in Francia torna la monarchia assoluta. Il Belgio viene brutalmente represso dagli Olandesi dopo una disperata lotta per l'indipendenza che porterà alla distruzione totale di Bruxelles. Gli Inglesi rimangono fuori dalle questioni europee e focalizzano i loro obbiettivo su accordi strategici in Scandinavia e nelle esplorazioni in cerca di risorse.

1840: i Savoia cadono sotto le insurrezzioni, denominate  "la guerra delle monete" essendo stata una rivoluzione prettamente borghese e voluta anche da funzionari vicini al re, e viene nominata la repubblica Piemontese con presidente Mazzini. In Europa si scatena il caos dovuto ad un clima estremamente instabile che rischia di far crollare anche regni importanti come quelli Inglesi e Austriaci. I Francesi mandano delle truppe di soldati a Roma per evitare la caduta del regno Papale e l'insurrezione borghese.

1848: la prima guerra d'indipendenza non avviene (i Savoia sono stati rovesciati e Garibaldi è morto). I mazziniani perdono la guerra di conquista della Lombardia contro l'Austria e vengono annessi, Mazzini e tutto il parlamento viene fucilato a piazza Duomo (Milano) in presenza dell'Imperatore in persona. Nizza, Sardegna e Corsica vengono cedute alla Francia dall'Austria in segno di riconoscenza per gli aiuti nella guerra contro i Piemontesi.

1851: Luigi Napoleone Bonaparte (Napoleone III) non sale al potere perchè Roma non è stata conquistata dai repubblicani, e quindi non necessita di ulteriori difese e della guerra rendendo Napoleone III un politico fallimentare, anche se un colpo di stato organizzato per mandarlo al potere e uccidere il re viene effettuato con successo, esso viene immediatamente cacciato grazie all'esercito rimasto fedele al Re..

1856: senza l'aiuto francese e inglese all'Impero Mediterraneo, l'Impero Russo vince la guerra di Crimea e conquista la Moldavia, la Romania, la Bulgaria e la Serbia. L'Impero Mediterraneo, già corroso dalle lotte religiose interne, esce dalla guerra estremamente indebolito.

1864: le condizioni di vita migliorano molto e il comunismo inizia a diffondersi.

1866: i prussiani, senza le distrazioni italiane possono completare l'unità tedesca con più di un decennio di anticipo e grazie a grandi operazioni politiche, l'Impero tedesco si allea con quello Austriaco facendo ripartire l'industria dei tedeschi..

1873: l'Inghilterra è ormai una potenza imbattile e vive in una spece di "simbiosi" con la Scandinavia che la rifornisce di carbone e gli permette di avere un potere economico estremamente superiore a quello della storia che conosciamo.

1875: senza il flusso di emigranti italiani, rimasti in Italia a causa di leggi che vietavano l'immigrazione ma che favorivano l'economia, gli Stati Uniti cadono nella recessione totale, creando un governo debole e dilaniato da lotte interne fra schiavisti e non, tanto da spingere gli americani ad emigrare in Europa, specialmente in Germania, Inghilterra e Francia.

1880: l'epoca d'oro dell'età vittoriana. Grazie alla forza lavoro degli emigranti americani e al carbone scandinavo, l'impero si allarga e conquista l'Indonesia e l'Indocina, poi Afghanistan, Uzbekistan, Kazakistan e Iran, seguentemente conquista l'Arabia e fa crollare l'Impero Mediterraneo, debole e fragile dalle fondamenta, rendendo il Sud Italia e la Grecia delle colonie inglesi quindi fornendo ancora più manodopera e risorse ai britannici.

1901: la regina Vittoria muore, ma l'impero è ancora vigoroso e grazie alla fusione delle dinastie annette la Scandinavia, questo porta ad una seconda "rivitalizzazione" dell'Impero Britannico, che porta alla conquista di tutta l'Africa al sud del Sahara eccetto le colonie tedesche, ignorate in cambio di concessioni economiche, e ad una alleanza con l'Etiopia espansionistica e ammodernata. I neri e le donne ottengono diritto di voto e ugualianza con gli uomini.

1905: l'Impero Britannico parte alla conquista degli Stati Uniti, trasformati dalla crisi del '75 in uno stato corrotto e debole, dipendente dall'Europa. Ormai era ora di uccidere il "parassita", e così Inghilterra, Francia e Russia, con aiuti Austro-Prussiani, partirono alla volta dell'America, tornando ovviamente vittoriosi dopo una campagna di soli 5 mesi e con un totale di solo 3000 morti. La Russia riprese l'Alaska e conquistò lo stato di Washington (a nord della California). La Francia riprese la Grande Louisiana e l'Inghilterra prese il resto, ma concesse ai prussiani e agli austriaci le isole Bermuda, le Florida e avvantaggiamenti commerciali.

1910: gli Inglesi stringono grandi rapporti commerciali con Giappone e Impero Qing (Cina). Salvano la Cina dal rovesciamento dell'Impero, e senza la guerra dell'oppio, il Giappone e la Cina prosperarono incredibilmente, arrivando ad "infastidire" gli Inglesi. Intanto nel Sud Italia, inglese dopo la caduta dell'Impero Mediterraneo, l'economia va a gonfie vele e i porti moderni riportano vita al Mediterraneo.

1915: la Russia, da sempre alleata con gli inglesi, viene aiutata a rivitalizzare la sua industria, agraria e manifatturiera, e a rendere benvoluto lo zar, concedendo la costituzione.

1918: grazie ad un unione dinastica, Prussia e Austria, formano il Nuovo Romano Impero. La prima guerra mondiale non avviene, perchè i diritti delle popolazioni vengono rispettati, quindi i serbi e i bosgnacchi non si rivoltano.

1925: dopo anni di pace e prosperità, una grande guerra è alle porte, la Russia sta diventando troppo potente e le sue mire espansionistiche in Canada e America iniziano a farsi notare.

1930: la scintilla fa scoppiare la guerra: i Russi invadono Vancouver, nella battaglia chiamata "il fuoco di ghiaccio" perchè combattuta nel pieno dell'inverno canadese, e Los Angeles in pochi giorni, ma gli inglesi contattaccano occupando la Finlandia e i possedimenti Balcanici russi aprendo due grandi fronti che porteranno alla trasformazione della guerra in una dilaniante guerra di posizione. Il Nuovo Romano Impero si dichiara neutrale ma offre aiuti segreti agli inglesi, mentre Cina e Giappone si alleano malvolutamente con i russi per scopi puramente commerciali, al contrario della Francia e della Grande Bolivia (Sudamerica) che si alleano con l'Inghilterra.

1931: l'India è invasa dai soldati sino-russi che causano una delle più grandi stragi dell'umanità, con lo sterminio di 30 milioni di indiani. Il Giappone viene facilmente conquistato in seguito ad una sola battaglia ma un gran numero di trattati con gli inglesi, e diventa neutrale. La battaglia di Baku (Azerbaijan), decisiva per le sorti della guerra, verrà vinta dagli inglesi che, grazie all'apertura di questo inaspettato terzo fronte, inizieranno ad avanzare nella Russia europea forti anche del petrolio caucasico.

1932: la Cina viene sottomessa e Pechino rasa al suolo, mentre sul fronte americano, i francesi e i boliviani cacciano i russi dal continente dopo una terribile guerra combattuta fra i ghiacci, in barba al vantaggio naturale dei russi. Mosca (capitale provvisoria dell'Impero) si arrende durante il giorno di Natale, la guerra e finita.

1933: lo zar e la sua famiglia viene mandata in esilio in Siberia mentre l'imperatore della Cina verrà decapitato nelle rovine della Città Proibita da parte del popolo insorto, invece l'imperatrice giapponese, viene data in sposa al principe erede d'Inghilterra, comportando così l'unione delle due dinastie e l'unione del mondo, molto prima di quanto ci si poteva aspettare grazie all'Italia divisa.



Ma una nuova potenza sta nascendo nella tana del leone....

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale